Le banane sostenibili di Banelino

Elena Guzzonato, Fairtrade Italia

Banelino è una cooperativa di 340 piccoli produttori, con una dimensione media di quattro ettari, che produce banane certificate biologiche e Fairtrade nella parte settentrionale della Repubblica Dominicana. La direttrice Marike de Peña, già presidente di Fairtrade International, ci racconta com’è vivere e lavorare in questa realtà che coltiva il frutto più consumato al mondo.

Qual è la situazione dei lavoratori?

I produttori e le loro famiglie si occupano di tutte le attività quotidiane riguardanti la coltivazione e assumono un lavoratore dipendente fisso, situazione che si verifica quando non hanno sufficiente sostegno dai loro figli e stanno invecchiando.

I piccoli produttori impiegano lavoratori stagionali per compiti specifici durante l’anno, come il diserbo, e per le operazioni di raccolta e imballaggio: in quest’ultimo caso, l’impegno richiesto non supera un giorno alla settimana.

qual è la differenza tra Banelino e gli altri produttori?

Banelino forma i produttori sui loro diritti e sugli obblighi del contratto nazionale del lavoro e agisce in linea con gli Standard Fairtrade.

Una squadra speciale aiuta gli agricoltori a formalizzare il loro rapporto di lavoro attraverso contratti scritti e l’adempimento dei requisiti amministrativi in materia di sicurezza sociale e altri obblighi della legge dominicana; un’altra squadra lavora con i produttori in modo che ottengano più facilmente tutta la documentazione necessaria ai lavoratori migranti, che consente loro di accedere allo status giuridico della Repubblica Dominicana.

Banelino offre programmi speciali ai lavoratori e ai piccoli produttori per migliorare le loro condizioni di vita e di lavoro.

I lavoratori e le loro famiglie hanno accesso alle cure mediche e dentali attraverso le nostre cliniche e le visite alle comunità e alle stazioni di imballaggio sono regolari. Il team medico pagato con le risorse stanziate grazie a Fairtrade visita annualmente più di diecimila pazienti: nella maggior parte dei casi si tratta di migranti e delle loro famiglie, che lavorano o vivono nelle comunità vicino a Banelino.

Che vantaggi hanno i lavoratori?

Banelino sostiene economicamente nove scuole, sette delle quali presenti in aree rurali.

La nostra cooperativa assicura l’accesso a tutte le scuole ai bambini dei migranti, offrendo loro un supporto speciale per facilitarli con le divise e i servizi scolastici. Inoltre, alcuni anni fa è stata avviata anche una scuola dove i ragazzi, dopo aver finito la scuola secondaria, possono imparare come si diventa un coltivatore sostenibile: i figli degli produttori e dei lavoratori che non sono in grado di frequentare l’università frequentano questa scuola. I lavoratori, infine, hanno la possibilità di frequentare dei seminari tecnici, ma anche dei workshop riguardanti i diritti del lavoro e i migranti, nonché la salute e la sicurezza nell’agricoltura.

Un altro programma si rivolge al miglioramento degli alloggi e delle condizioni di vita dei produttori e dei lavoratori, anche attraverso l’acquisto di attrezzature come ad esempio letti, ecc..

La forza lavoro impiegata dai produttori di Banelino, sia stabile che temporanea, viene registrata regolarmente, per poter offrire assistenza legale, sociale ed educativa ove necessario.

 

Foto © James Rodriguez / Fairtrade

 

Per approfondire:
Lavoro e diritti nella Repubblica Dominicana

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+

Seguici

Newsletter

Per saperne di più



~